Il Canada saluta gli F-35. Anche per l’Italia è il momento di fare un passo indietro?

Ricordate, qualche mese fa, la polemica riguardante la firma di un contratto di acquisto, da parte del Governo italiano, di 131 Jet F-35, alla cifra (esorbitante) di 17 miliardi di dollari? Bene, è di oggi la notizia che il Canada ha fatto un passo indietro. Anche se non ha definitivamente rinunciato all’acquisto di tali velivoli, ha specificato che non prenderà … Continua a leggere

La nuova Super-BCE, un accordo storico.

Sono serviti ben tre mesi di negoziati, una sessione notturna infinita, 27 paesi dell’Unione Europea e 500 miliardi di euro a disposizione “immediata” per realizzare il primo dei provvedimenti decisi, già prima dell’estate, atti a risolvere il grosso problema che le banche europee stanno vivendo. L’accordo raggiunto, infatti, ha conferito alla BCE il potere di supervisione e di diretta vigilanza … Continua a leggere

Grillo grida al complotto. Il Ministro Cancellieri chiarisce.

Aveva dichiarato che per il M5S sarebbe stata una guerra da combattere con l’elmetto. In effetti certe affermazioni sembrano non restare sul vago. Beppe Grillo, in una nota sul suo blog, dichiara che il voto anticipato a Febbraio è un modo per impedire al suo movimento di raccogliere le firme necessarie per la presentazione delle liste in vista delle elezioni … Continua a leggere

Russia, è tempo di ripensamenti?

Ora anche per la Russia è tempo di ammette che Assad sta perdendo il controllo. Dopo il riconoscimento delle forze ribelli da parte degli Stati Uniti, seguito da quello di altri stati (come l’Italia) arriva, forse, il segnale più concreto e forte della vicina disfatta del regime. Ma occorre considerare anche altri fattori prima di pensare che la situazione, una … Continua a leggere

Primarie coi botti per il PD e intanto, Grillo…

  Nella confusione portata dal tornado Berlusconi, il quale appare indeciso se tramutarsi in uragano o declassarsi in tempesta tropicale, è stato dato ben poco risalto ad un’altra notizia. Il PD ha infatti deciso di aprire agli elettori la scelta dei candidati al Parlamento. Scelta apprezzabile, il minimo, forse, per chi, in quasi un anno, è stata una delle controparti … Continua a leggere

Le due facce dello spread: la bolla tedesca e l’illusione italiana (da Silvio a Mario)

Spread, spread, spread. In Italia non si parla d’altro, i media ne aggiornano l’andamento in tempo reale e i politici ne fanno argomento di campagna elettorale. Eppure fino a un paio di anni fa nessuno se ne preoccupava. Alberto Monteverdi inaugura la sezione economica ricostruendo quale sia stata la storia dello spread negli ultimi tempi e perchè le colpe non … Continua a leggere

Tutti (tranne Monti) hanno paura di perdere

    Non so se l’avete notato anche voi, ma oggi ho avuto l’impressione che in questo momento (di forte confusione) tutte le forze politiche abbiano paura di perdere. E questo perchè è aumentata notevolmente la possibilità che Monti giochi un ruolo di primo piano anche nella prossima legislatura. Starà poi a lui deciderne le modalità. Ritengo che la giornata … Continua a leggere

Berlusconi e la comunicazione politica: come lui, in Europa, nessuno.

Il ritorno del Cavaliere di Arcore ha portato ad una serie di reazioni di ogni tipo da parte dei personaggi potenzialmente più odiati da una parte non indifferente degli italiani. Lui non solo ne è consapevole, ma tale elemento è essenziale nella sua strategia per riconquistare parte della base elettorale persa. Nel frattempo, in Europa, nè Schultz nè la Merkel … Continua a leggere

Dopo le previsioni astrali, le previsioni politiche del Nascimben

(Ri)torna Berlusconi, la borsa crolla e lo spread supera quota 350. Monti si sente “più libero” e Bersani gli consiglia di “rimanere fuori dalla contesa”. Ma andiamo con ordine. Alla fine i vertici del PDL qualche esito l’hanno avuto: togliere di fatto la fiducia al governo Monti e cercare di rinsaldare l’alleanza con la Lega Nord. Queste due decisioni sono … Continua a leggere